Questa non è una guerra

Io sono pacifista. Non credo a nessun forma di violenza. Ripudio la guerra, in ogni sua forma. Ripudio il messaggio che nel mio corpo sia in corso una battaglia con il cancro. Il cancro è nato da me, fa parte di me. E’ una di quelle parti di me di cui farei volentieri a meno. Ce ne sono diverse altre, in verità, anche se magari non proprio così aggressive. Nessuno è mai morto perché ha il sedere fuori misura, per intenderci. Ma per tornare al cancro, alle mie cellule impazzite. Ora noi ci lavoriamo: medici, la mia squadra, i tifosi, i componenti chimici e quelli psicologici, la scienza e i globuli bianchi. Lo spuntiamo, lo fermiamo, lo ricacciamo indietro…
Ma non voglio combattere.
Se accetto la metafora del combattimento, accetto la possibilità di poter perdere.
E io non posso permettermi di perdere.
L’unica cosa che posso permettermi è di vivere, con ostinazione, volontà e anche una certa tigna.
Per cui, niente battaglie per me.
Questa è una strada, e intendo percorrerla tutta e il più a lungo possibile.

il post originale qui

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dolore, Morte, Paure, Storie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...