Ricordo bene

Ricordo bene il giorno in cui ho deciso di aprire un blog.
Una settimana prima l’oncologo al telefono mi aveva anticipato i risultati della pet: una intensa captazione, il sospetto di una lesione ossea compatibile con il cancro al seno curato l’anno precedente.

Una settimana fatta di ricerche in internet (sconfortanti a dir poco), di discussioni con la mia superamicadoctor, di piani con Sky (mio marito). Una settimana di angosce, di paure, di pianti.

E poi chiara e limpida la consapevolezza di dover fare tutto il possibile per continuare a vivere, a vivere e non sopravvivere che c’è una piccola da crescere, un compagno da amare, una vita da assaporare.
Ho guardato Sky e ho esclamato “questa volta io apro un blog”, “bene” la sua immediata risposta.

Ricordo bene il pomeriggio in cui mi sono trovata faccia a faccia con splinder. Quante complicazioni, dover scegliere una mail, un nome per il mio blog, un nome per me. Perché una cosa sapevo bene, volevo mantenere l’anonimato, avevo bisogno di sentirmi libera di scrivere di tutto ciò che mi passava per la mente senza pensare a cosa avrebbe pensato l’amico, il vicino o il parente. Il blog sarebbe stato il mio rifugio, uno dei miei modi per tornare a vivere.

La sera finalmente avevo il nome del blog, Sabbie Mobili, ma non un nickname per me, e così, per assecondare l’urgenza di iniziare, ho iniziato a pensare ai primi post. Quando mi sono riletta mi sono spaventata da sola: le mie parole erano tetre, cupe, permeate di pessimismo. Ma quella non ero io, non mi riconoscevo in quella immagine fatta solo di dolore, rabbia e rassegnazione.
E poi ho capito, si è vero, mi trovavo nelle sabbie mobili, un passo falso e potevo affondare ma bastava alzare le mani e avrei trovato un modo per spiccare il volo, volare nel cielo che tanto mi attrae, volteggiare nell’aria e tornare a vivere.
E così ho cambiato di corsa il nome del mio blog, è diventato Good Intentions, i miei buoni propositi per vivere a lungo, e lo scrivere di me, della mia vita e del cancro rappresentava una delle tante cose che mi proponevo di fare per superare questo momento.
E come per magia tutto è venuto da sé, la volontà di non chiudermi nello sconforto, di non rimanere intrappolata nelle sabbie mobili mi ha spinto a “rivedere” quanto mi accadeva sotto una luce nuova, vera e reale come l’altra ma immensamente più positiva.

Adesso continuo a scrivere perché ho scoperto che scavare dentro di sé per portare alla luce pensieri ed emozioni fa stare bene. Perché ricevere il sostegno di altre donne che come te hanno vissuto una esperienza simile è un balsamo, perchè leggere i commenti di chi semplicemente è passato per il mio blog mi regala emozioni.
Scrivo perché dopo aver concluso un post e cliccato il pulsante “pubblica” sorrido.

Qui il post originale

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Ricordo bene

  1. Mia ha detto:

    Ecco, così mi fai commuovere…
    Queste cose me le avevi dette a voce ed è bello, tanto tanto bello, anche leggerle.
    Benvenuta!

  2. Giorgia ha detto:

    Benvenuta! Sono contenta che tu abbia cambiato nome al blog: il tuo atteggiamento mi sembra ben lontano da quello di chi si trova nelle sabbie mobili. Evviva le buone intenzioni, i propositi che costruiscono un futuro migliore.

  3. piccolavale ha detto:

    Ben arrivata cara! Un abbraccio e continua cosi!
    Vale

  4. ziacris ha detto:

    Bene, brava, complimenti per aver avuto il coraggio di cambiare il nome al blog, poi tu mi sembra abbastanza agguerrita per non farti “mangiare” dalle sabbie mobili.
    Ben arrivata!

  5. Camden ha detto:

    E’ bellissimo il nome definitivo che hai scelto per il blog. Ed è bellissimo quello che un blog riesce a fare. A farci tenere per mano virtualmente. Benvenuta davvero!

  6. solare ha detto:

    è fondamentale l’obiettivo che ci prefiggiamo di raggiungere e il modo in cui decidiamo di affrontare la cosa! tanto parte da qui!

    • wolkerina ha detto:

      Son d’accordo con te Solare, è sicuramente importante il modo in cui si affronta una malattia, e mi piace che tu abbia aggiunto “tanto parte da qui” e non “tutto” !

      • solare ha detto:

        quando ci sei dentro sai benissimo che tu devi mettercela tutta per affrontare e fare capire al tumore che tu sei più forte, ma poi ci vuole un po’ di sana fortuna, le cure e tutto il resto… comunque avanti tutta, sempre pronte a combattere senza farci sconfiggere mai!
        e grazie per il supporto e il confronto così piacevole del blog!

  7. cin ha detto:

    Dai miei conti, forse però mi sbaglio, hai iniziato anche tu, come me, tutto nel 2010?
    Perchè vedi, quello che mi spaventa, ancora, come presumo tante altre, che sono nelle mie condizioni, che sono trascorsi solo 2 anni, e non 5 o 6 o anche 7 anni alle spalle. Questo mi rende molto più sottile e fragile, perchè penso, forse posso solo ascoltare e non parlare,e lasciare passare almeno ancora qualche anno? Ma credo che, il bisogno di condividere con altre persone come te, la fragilità, l’ emozione e il conforto, non bisogna per forza aspettare…. ma bisogna sentirsi parte di qualcosa… un progetto, un’idea, un’amicizia!!
    Un augurio di felice e pieno di salute 2012.
    Cin

    • solare ha detto:

      anche per me è iniziato tutto nel 2010, e ho avuto una ricaduta l’anno scorso, ma parlarne, condividere, esprimermi mi aiuta, soprattutto con persone che sanno cosa si prova. la paura magari porterebbe a stare zitte, forse un po’ anche per scaramanzia, ma non faremmo cambiare il nostro processo di guarigione. quindi ritengo utile parlare e sostenerci a vicenda!
      speriamo comunque che dopo i due famosi anni il nostro percorso sia in discesa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...