Guarita

Oggi nel colloquio con la mia oncologa tutta la mia paura è svanita.
E’ stata una cosa particolare, perché eravamo circondate da studenti di oncologia, e la dottoressa mi ha chiesto se mi dispiaceva raccontare la mia esperienza davanti a loro.
“No” ho risposto. “Lo faccio volentieri”.
Ormai sono così abituata a raccontarla a tante persone sul web, che mi viene in automatico…


Poi la dottoressa ha guardato gli esami, e mi ha detto le magiche parole che aspettavo da tempo.
Non sono più un soggetto a rischio, ora ho le stesse probabilità di una persona normale di sviluppare un tumore in qualche altro organo.
Gli studi clinici dicono che un tumore allo stomaco è a rischio metastasi e quant’altro nei cinque anni dalla comparsa. Così mi ha detto lei. E visto che i 5 anni li ho abbondantemente passati, ora questo rischio è abbastanza distante.

Prossimi controlli per la prevenzione esattamente tra un anno. Quasi non ci credevo, quando sono uscita ridevo.
Anche gli studenti con cui ho parlato mi hanno vista sorridente e felice, magari potevo sembrare un po’ “suonata”, invece era solo FELICITA’!!


Il post originale qui
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dopo, Storie, Tra medico e paziente e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Guarita

  1. Patrizia ha detto:

    Camden, la tua è una bellissima storia che vorrei si ripetesse anche per la mia mamma che dovrà essere presto operata per un adenocarcinoma gastrico; le verrà asportato lo stomaco, totalmente.

    Se posso sapere la tua storia nei particolari; se era aggressivo, se avevi metastasi, come è stata la chemio ecc., e con quali terapie ne sei uscita definitivamente, te ne sarei infinitamente grata.

    Aspetto tua risposta con ansia e ti ringrazio in anticipo.

    Patrizia

    • Camden ha detto:

      Cara Patrizia ti faccio un grande in bocca al lupo per tua mamma.

      In breve: il mio tumore era G3 scarsamente differenziato (quindi piuttosto aggressivo) ed era una linite plastica.
      Non avevo metastasi, solo una micro ad un linfonodo.
      Ho fatto 6 mesi di chemio epirubicina + fluorouracile, (una volta cisplatino) e basta. Era il 2004.
      (In questi anni poi qualcosa si è aggiunto alle terapie per il tumore allo stomaco ma te lo sapranno dire gli oncologi).

      Forse ne sono uscita con la fortuna, forse doveva andare così, ad ogni modo auguro a tua mamma che tutto possa andare bene. Con tutto il cuore.

  2. Patrizia ha detto:

    e io ti ringrazio per la risposta.

    sono contenta di aver trovato una persona di conforto in te!

    grazie ancora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...