Lo scoglio e la cozza

Una cozza nuotava tranquilla in mare
incontrò tempeste, burrasche
ma, si sa, la vita è anche questo
perciò la cozza non aveva paura ad affrontare il mare aperto.
Poi un giorno
incontrò una bufera, anzi, la Bufera
la Grande Tempesta
e, improvvisamente quel mare che ben conosceva
le divenne sconosciuto
non riusciva a vedere lontano
 l’orizzonte era diventato qualcosa di irraggiungibile!
Nuotava e nuotava
ma sentiva di stare annaspando
finché le apparve…
 uno Scoglio.
Era uno Scoglio grande e solido
le dava fiducia, le dava sicurezza
era un bravo scoglio
  la cozza gli si aggrappò con fiducia e
si affidò a lui per superare la Grande Tempesta.
Passarono i mesi e la Grande Tempesta si acquietò
la parte pericolosa della grande Burrasca passò
Ma la cozza stava lì, aggrappata tenacemente al suo Scoglio.
Eh, questo le dava tanta sicurezza !!!
Sapeva di trovarsi al sicuro.
Il mare intorno  divenne in seguito sufficientemente calmo
e lo Scoglio decise che era tempo ormai
che la cozza riprendesse il suo cammino in mare aperto.
La staccò da lui
… e….
la lasciò andare.
Aveva deciso che era il momento
in cui quel distacco
doloroso per la cozza
fosse necessario.
La cozza si trovò sola in mare aperto
  spaventata, mammamia quanto!!!
non si sentiva al sicuro
non voleva riprendere a nuotare
non capiva il motivo  di quel distacco così doloroso
Poi ricominciò a nuotare piano piano
il mare le faceva tanta paura
non era più abituata a percorrerlo sola
Cercava con lo sguardo il suo Scoglio
e vedeva che era lì,  sempre nello stesso posto.
La cozza sa  che se mai dovesse incontrare di nuovo
la Grande Tempesta
il suo Scoglio sarà lì,  lei potrà ritornare da lui
aggrapparsi  e affrontare la Bufera.

Ora la cozza va, nuota un pò avanti …
poi torna indietro
poi riparte .
Il dolore non è ancora diventato una cicatrice
ma lei si guarda intorno
e….
Il mare è ….così grande e bello!!!!
Azzurrocielo
Il post originale qui
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dopo, Paure, Tra medico e paziente. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Lo scoglio e la cozza

  1. SaraTricoli ha detto:

    Riprendere il cammino, anche se la tempesta è passata, non è facile ☺️ ma necessario ❤️

  2. fulvialuna1 ha detto:

    Una bellissima metafora di vita.

  3. pj ha detto:

    E’ una bella storia, Unazzurrocielo. E’ sempre una bella storia quando raccontano delle Grandi Tempeste che si allontanano. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...